Home » EFT » EFT: Paura di Telefonare

EFT: Paura di Telefonare

Paura del telefono

Offline apprendista

Ciao, come mi hai consigliato rispondo qua alla tua domanda. Il libro sul’ EFT l’ho finito di leggere da una settimana e poi mi sono guardato i video che ho trovato su youtube per capire bene questa tecnica, ho provato ad applicarla su due o tre cosette ma non sono sicuro se abbia fatto effetto, ho provato anche con la paura ma forse la frase è troppo generica  o il problema è molto radicato. Ma a te o altri ha funzionato?

 

Offline AvalonVic

Personalmente, a me il più delle volte funziona, ma ultimamente non lo faccio da solo, lo associo sempre a qualche altra tecnica…nel senso…io non uso mai solo una cosa.  Io imparo le tecniche e…ok…le tengo nella mia cassetta degli attrezzi. Al momento giusto, quando mi sento ispirato, rovescio a terra la cassetta degli attrezzi e uso molte cose insieme!  ;)

 

Offline apprendista

Io ho ancora la cassetta vuota e ho cominciato a riempirla solo ora :)

 

Offline AvalonVic

E’ una cosa che farai con il tempo, quella! E imparerai anche ad avere senso critico per quanto riguarda le cose delle quali verrai a sapere! Se sei appena agli inizi, è anche perfettamente normale il fatto che tu sia appena appena lievemente sbandato :) … ma fidati che è una faccenda passeggera…man mano che vai avanti…ti renderai conto che migliori ;)

 

Offline apprendista

Io mi sento anche più di “appena appena lievemente sbandato”, direi proprio sbattuto.

 

Offline Davide bRiOz

Ciao, come mi hai consigliato rispondo qua alla tua domanda. Il libro sul’ EFT l’ho finito di leggere da una settimana e poi mi sono guardato i video che ho trovato su youtube per capire bene questa tecnica, ho provato ad applicarla su due o tre cosette ma non sono sicuro se abbia fatto effetto, ho provato anche con la paura ma forse la frase è troppo generica  o il problema è molto radicato. Ma a te o altri ha funzionato?

Non “provare” a farlo… fallo e basta  ;)
Alcune domande per capirci meglio: Su cosa l’hai applicato? Se non sai se fa effetto, significa che non hai valutato da 0 a 10 quanto disagio ti crea prima e dopo…o sbaglio? Che frase hai utilizzato? Qual’è il libro che hai letto? (suggerisco sempre la fonte originale www.emofree.com)


 

Offline apprendista

Ho scaricato il pdf dal sito eft-italia e ho guardato anche i vdeo su youtube sempre del proprietario del sito, poi ne ho visti altri 4 di uno che spiegava più in dettaglio alcuni passaggi.
L’ho applicato su un mal di testa che non è passato Poi su un dolorino al collo che mi sembra sia diminuito Ed infine su questo blocco che ho che però molto probabilmente non sono stato preciso nel formulare la frase e quindi è rimasto.
La frase ho utilizzato quella che cè nel manuale e nei video, poi il problema specifico ho messo quello che mi veniva in mente per il problema, per esempio: anche se “ho paura di telefonare” ecc…
L’autovalutazione non l’ho fatta, mi sono dimenticato questo passaggio .

Quote

Non “provare” a farlo… fallo e basta  Wink

Questa frase mi ricorda molto il film Matrix quando Morpheus sta addestrando Neo ad essere l’eletto :)


 

Offline rotello

Se possibile io sull EFT suggerisco sempre la fonte orgininale, oppure da qualcuno che sa la PNL…
Per mia esperienza l’EFT funziona magnificamente su alcune cose, un po meno su altre. funziona bene su “fobie, paure” e tutte le cose “irragionevoli” – l’esempio che fa Gary Craig sulla TV e il segnale disturbato è una metafora perfetta…
se il blocco che devi EFFETTARE è troppo grosso finisci per non farci nulla. dividilo in sotto blocchi piu piccoli e fanne uno alla volta fino a quando il sud è 2-3
rot
ps i SUD sono importantissimi (quanto il picchiettare) !!!

 

Offline apprendista

Per questo/i problema/i non rieco a trovare il bandolo della matassa, so che c’è ma non so come dividerlo.
Quindi SUD se non ho letto male è l’autovalutazione del porblema, giusto?

 

Offline Davide bRiOz

Per questo/i problema/i non rieco a trovare il bandolo della matassa, so che c’è ma non so come dividerlo.
Quindi SUD se non ho letto male è l’autovalutazione del porblema, giusto?

Yes! Mentre fai “i giri” di EFT capita che saltino fuori nella tua mente frasi o problemi diversi… non ignorarli! L’eft a differenza di altri sistemi scava all’origine del problema più vai avanti, ….mi è capitato di applicarlo sugli altri ed arrivare al vero problema anche dopo una decina di giri


 

Offline apprendista

Quindi posso arrivare anche a 20 30 o 40 giri di eft, cioè sto li finchè il SUD non è arrivato a 0? Altra domanda, il 9 gamma o gammut quando è consigliato inserirlo? Per esempio io un problema lo sento 10 e lo inserisco, poi quando arriva a 5 faccio i giri senza, giusto?

 

Offline Spillo

cosa vuol dire che hai paura di telefonare?  :)
intendo, tu lo sai, ovvio, lo vivi.. ma noi non ne sappiamo niente…

  • che diavolo vuol dire?  ???
  • quando hai paura? di cosa?
  • non hai paura di chiamare gli amici, ok, chi hai più paura di chiamare invece? cosa ti fa paura? le chiamate professionali? quelle personali? quelle in cui devi chiedere delle informazioni? quelle in cui devi fare delle proposte?
  • ti fanno paura le chimate inattese? ti fanno paura anche quelle in cui è stato l’altro a chiederti di chiamarlo?
  • hai paura appena sai che devi fare una chimata tipo: “ommioddio, in settimana devo fare una chiamata! argh” oppure solo nei momenti immediatamente prima di chiamare “ommioddio, vorrei poter rimandare questa chiamata a domani”.
  • hai paura per tutto il tempo della chiamata oppure hai paura solo prima, poi decidi di farla, te ne fai una ragione e ti senti meglio? hai paura anche di rispondere al telefono o solo quando sei tu a chiamare? hai un cellulare? hai paura anche ad inviare SMS?
  • hai paura che si verifichi qualche situazione sgradevole o imbarazzante? hai paura di non essere riconsciuto e di dover spiegare chi sei? hai paura che ti attacchino il telefono in faccia? hai paura che siano occupati in qualcosa di importantissimo e che tu li stia disturbando per una cazzata? hai paura che ti dicano che non hanno tempo anche se non hanno nessun impegno, ma tu non lo puoi sapere? c’è una telefonata che hai detto: “ecco… proprio quello di cui avevo paura”? cosa deve succedere per realizzare la tua peggiore paura di telefonare?

 

Offline apprendista

Mi sto prendendo un po’ di tempo per rispondere alle tue domande, per alcune non ho una risposta precisa per questo devo ragionarci su.

 

Offline Spillo

Mi sto prendendo un po’ di tempo per rispondere alle tue domande, per alcune non ho una risposta precisa per questo devo ragionarci su.

forse mi sono dimenticato di dirlo.
NON TUTTE LE MIE DOMANDE SONO RILEVANTI! qualcuna non lo sarà, ma non posso saperlo in anticipo, considerto che non so nulla.


 

Offline apprendista

Questo l’avevo capito, però intanto ho cominciato a guardare il problema da un altro punto di vista. Premessa: Ho cominciato un lavoro qualche anno fa in cui sarei stato a contatto con la gente sperando di riuscire a superare questi limiti, purtroppo dopo più di due anni sono ancora al punto di partenza con il rischio di dover chiudere l’attività (costata parecchie migliaia di euro) senza aver raggiunto dei miglioramenti, molti darebbero la colpa alla crisi di questo periodo ma io so che l’unico responsabile sono io.
Il telefono è una delle tante situazione in cui mi comporto così Ecco alcune risposte alle domande che mi hai fatto:

Quote

ok, chi hai più paura di chiamare invece?

Tutti quelli che non conosco e che devo contattare/incontrare per la prima volta per fare una proposta a loro o anche una domanda per qualcosa che mi riguarda, in questo caso il blocco è totale. Se per esempio la persona che devo contattare/incontrare l’ho conosciuta una volta il blocco è meno forte ma non abbastanza da farmi fare il primo passo, a volte rimando fino a quando non sono obbligato ad incontrare/contattare la persona. Ci sono comunque volte in cui riesco a contattare/incontrare la persona ma solo per informarlo che un determinato lavoro è stato fatto, e l’ansia rimane lo stesso

Quote

cosa ti fa paura? le chiamate professionali? quelle personali? quelle in cui devi chiedere delle informazioni? quelle in cui devi fare delle proposte?

Le chiamate in generale, sia per lavoro che personali

Quote

ti fanno paura le chiamate inattese?

No finché non le ricevo, in questo caso riesco a rispondere ma con il cuore in gola.

Quote

ti fanno paura anche quelle in cui è stato l’altro a chiederti di chiamarlo?

Si

Quote

hai paura appena sai che devi fare una chimata tipo: “ommioddio, in settimana devo fare una chiamata! argh” oppure solo nei momenti immediatamente prima di chiamare “ommioddio, vorrei poter rimandare questa chiamata a domani”.

E’ un po’ come l’otto volante più arrivo al momento e più la tensione sale

Quote

hai paura per tutto il tempo della chiamata oppure hai paura solo prima, poi decidi di farla, te ne fai una ragione e ti senti meglio?

Per tutto il tempo e sto meglio solo dopo aver finito,

Quote

hai un cellulare? hai paura anche ad inviare SMS?

Ne ho 2, uno per lavoro ed uno personale. Sms riesco ad inviarli ma questi li mando solo agli amici.

Quote

hai paura che si verifichi qualche situazione sgradevole o imbarazzante?

Non lo so

Quote

hai paura di non essere riconsciuto e di dover spiegare chi sei?

Probabilmente si perché quando il cel non prende e io devo ripetere chi sono mi crea ansia.

Quote

hai paura che ti attacchino il telefono in faccia?

A questa domanda non ho ancora una risposta.

Quote

hai paura che siano occupati in qualcosa di importantissimo e che tu li stia disturbando per una cazzata?

No.

Quote

hai paura che ti dicano che non hanno tempo anche se non hanno nessun impegno, ma tu non lo puoi sapere?

No

Quote

c’è una telefonata che hai detto: “ecco… proprio quello di cui avevo paura”?

No, purtroppo.

Quote

cosa deve succedere per realizzare la tua peggiore paura di telefonare?

Al momento non ho ancora chiara l’idea ma credo di vedere l’immagine della telefonata/incontro, ho ancora le idee confuse e non ti so dire di preciso come sia il pensiero, molto probabilmente ci sono così abituato che non me ne accorgo più. Però mi hai dato uno spunto su cui lavorare, grazie alle tue domande ho cominciato ad analizzare il problema da un altro punto di vista, non ho ancora tutte le risposte ma qualcosa è saltato fuori. Una cosa che ho visto procurarmi lo stesso effetto è quando qualcuno esprime un giudizio su di me, più è intimo il giudizio e più lo sento allo stomaco, più è intima la persona e più aumenta l’ansia. L’altra sera, per esempio, dopo alcune ricerche su google ho trovato un video su youtube di firewalking, video davvero impressionante, ma nello spiegare alla mia ragazza il motivo per cui questa gente cammina sui carboni ardenti mi ha detto chiaramente che sono boiate che non serve a nulla camminare sul fuoco per vincere le paure e che (non l’ha detto ma l’ha pensato) i libri che leggo sull’argomento sono solo tempo perso, la sensazione è stata la stessa, molto meno forte ovviamente ma nello stesso punto, lo stomaco, ho iniziato a pensare ed effettivamente mi è già successo svariate volte, fin da quando ero piccolo. Intanto ho capito che i giudizi negativi mi entrano in testa e ci rimangono per farmi stare male, questo potrebbe essere una causa del mio problema.


Offline Spillo

Ciao.. grazie per le risposte sulla tua paura…
ahm una cosa.. un po’ di riflessione va bene, ma non analizzarti troppo! analizzarsi, soprattutto da soli non è cosa facile… con la PNL e l’EFT puoi concentrarti sul risultato senza troppi fronzoli;)
alcuni consigli:

  1. Per l’eft, il modo migliore per farlo è accedendo allo stato. Devi entrare nello stesso stato in cui ti trovi prima di fare una telefonata. la frase da usare potrebbe essere qualcosa come: “anche se quando telefono provo QUESTA SENSAZIONE/PAURA io mi amo…” La tua paura è piuttosto irrazionale, di solito l’eft funziona piuttosto bene con queste cose. E’ molto importante che usi i SUD, come ti ha sugerito Rotello per due ragioni: a. ti assicuri di essere nello stato. b. ti rendi conto dei risultati. una paura che scende da 10 a 4 è un risultato, senza dargli un voto non ti renderesti conto della sua portata.
  2. Puoi anche lavorare nell’altra direzione. “anche se non riesco a gestire la paura da 8/4/2 di telefonare io mi amo e mi accetto…” lal posto di cercare di diminuire l’intensità della paura, miri a gestirla senza modificarla… puoi chiederti: nonostante io provi questa paura, quanto facilmente da 1 a 10 posso fare comunque questa telefonata?” prova entrambi i sistemi, magari alternandoli di volta in volta.
  3. Un’altra cosa che potresti trovare utile è la disassociazione… quando devi telefonare ti puoi disassociare dal momento, ed associarti ad altre esperienze. in particolare potresti associarti all’esperienza di sentirti bene che proverai dopo aver finito la chiamata. “come sarà quando la telefonata sarà finita?” e ti associ a quella situazione. in effetti questo trucchetto è tanto banale solo quanto efficace. allenati ad associarti alla situazione di aver finito una telefonata, basta farlo un paio di volte. poi entra in questo stato ogni volta che devi fare una telefonata. se lo fai tutte le volte in poco tempo diventerai bravissimo.

Ricapitolando i miei suggerimenti: come compito a casa, EFT per diminure la paura e per gestirla meglio. Mentre telefoni, PNL, nient’altro che disassociarsi dalla telefonata ed associarsi al DOPO. [è una distorsione temporale;)]
facci sapere i risultati;)
Spillo


 

Offline apprendista

@Spillo
Forse credo di aver capito, l’EFt lavora principalmente sul’effetto, quindi io mi devo mettere nella situazione di provare lo stesso sentimento qualunque sia la causa, specificando di volta in volta quale sia il problema. (Anche se non riesco a gestire questa paura di [potrebbe essere telefonare o chiedere a questa persona ecc]) io mi amo …. Invece la PNL lavora sulla causa quindi quello che mi fa andare in quello stato e li utilizzo lo swish. (Perchè mi sento così? Come me lo rappresento nella mente? Ecc, ecc)

 

Offline rotello

> @Spillo > Forse credo di aver capito, l’EFt lavora principalmente sul’effetto, quindi io mi devo mettere nella situazione di provare lo stesso sentimento qualunque sia la causa, > specificando di volta in volta quale sia il problema. (Anche se non riesco a gestire questa paura di [potrebbe essere telefonare o chiedere a questa persona ecc]) io > mi amo …. > Invece la PNL lavora sulla causa quindi quello che mi fa andare in quello stato e li utilizzo lo swish. (Perchè mi sento così? Come me lo rappresento nella mente? > Ecc, ecc)
il tempo che hai usato per scrivere questa frase è piu del tempo che ci avresti messo a farti qualche giro di EFT.. mio consiglio: non chiederiti perche  funziona ( dipende dal tuo tunnel di realta) ma fai in modo che funzioni…. piccola differenza, che fa la differenza.

 

Offline apprendista

Ok, quindi lo faccio e basta e cerco di non farmi venire paranoie :)
Per l’associazione/disassociazione ho ancora delle difficoltà, non è semplice farlo, direi che mi serva un po’ di pratica che ora non ho.

 

Offline apprendista

Ciao ragazzi, ho fatto l’acquisto e devo dire che il materiale è molto interessante. Con l’eft per ora non ho ancora risolto però voglio continuare a studiare questo metodo per capire se sbaglio qualcosa io mentre eseguo i giri (forse non sono abbastanza concentrato sul problema), ora sto leggendo il manuale in italiano di Gary Craig. (tradotto dallo Zio, diamo a Cesare quello che è di Cesare) Nel frattempo sto imparando anche la meditazione, un metodo in più per risolvere il problema :)
Una cosa è certa e lo scrivo così fisso l’obbiettivo, sono determinato a cambiare e migliorarmi, scadenza 12 mesi. Dicono che scrivere i propri obbiettivi aiuti nel raggiungerli e quindo l’ho scritto e vediamo. :)

Rispondi