Benessere e Salute

Ionizzatore

ionizzatore

Qualcuno di voi ha acquistato ed utilizza lo ionizzatore? Quali benefici ha ottenuto?
(link di approfondimento http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070130015136AAZAEcS e http://xmx.forumcommunity.net/?t=2966805 dove si parla di sogni lucidi e ionizzazione dell’aria)

 

quando ero piccolo mio padre aveva preso una macchina per la ionizzazione negativa dell’aria. Il principio di funzionamento è semplice. Cose come diserbanti, gas vari e non so cos’altro (tipo i coloranti degli evidenziatori, il fumo e cose così)…rilasciano delle sostanze tossiche che nel loro complesso rendono gli ioni dell’aria positivi. Gli ioni negativi prodotti dallo ionizzatore fanno si da rendere nuovamente neutro l’ambiente…chiaramente evitando così che si creino scompensi dovuti all’aria che respiriamo sull’organismo, primo tra i quali l’equilibrio elettrolitico dei nostri liquidi, che pare essere collegato con quasi tutte le patologie gravi esistenti, quando è fortemente compromesso

 

Offline Crillin

Interessa anche a me…ho letto da varie parti che è consigliato l uso specie in ambienti chiusi/di città ecc.
Eventualmente,se qualcuno ne fa uso, sapreste consigliare quale marca/prodotto acquistare? ;)

 

ste87

C’era un articolo anche su Nuova Elettronica, con tanto di schema elettrico e istruzioni per costruirselo. Dicevano che dopo un pò di tempo di utilizzo sugli elettrodi ci si deposita un pò della porcheria presente nell’aria, sarebbe da provare visto che è anche abbastanza semplice…

 

Offline AvalonVic

C’era un articolo anche su Nuova Elettronica, con tanto di schema elettrico e istruzioni per costruirselo. Dicevano che dopo un pò di tempo di utilizzo sugli elettrodi ci si deposita un pò della porcheria presente nell’aria, sarebbe da provare visto che è anche abbastanza semplice…

Eh, è quello di Nuova Elettronica che compro’ mio padre… funziona alquanto bene, per quanto potevo capirne da piccolo!


 

Offline Davide bRiOz

Gli ioni sono delle particelle cariche nell’aria che si formano quando una dose sufficiente di energia agisce su una molecola, come il diossido di carbonio, l’ossigeno, l’acqua o l’azoto per emettere un elettrone dalla molecola rilasciando uno ione caricato positivamente. L’elettrone spostato si attacca ad una molecola vicina, che diventa quindi uno ione caricato negativamente. E’ lo ione negativo dell’ossigeno quello che più ci influenza. Avete presente la sensazione che si prova vicino ad una cascata o in alta montagna? Questi sono due posti dove si trovano migliaia di ioni negativi. Essi hanno effetto sulla biochimica umana.

Normalmente il numero degli ioni nell’aria fresca di campagna è da 2000 a 4000 ioni negativi per centimetro cubo (circa le dimensioni di una zolletta di zucchero). Alle cascate Yosemite, sperimentereste più di 100,000 ioni negativi per centimetro cubo. D’altra parte, il livello è molto al di sotto di 100 per centimetro cubo sulle autostrade di Los Angeles nelle ore di punta. Mentre la ionizzazione dell’aria è obbligatoria in molti ospedali e luoghi di lavoro europei e russi, nel nostro Paese è venuta alla luce solo recentemente, con la crescita del problema dell’aria tossica negli ambienti urbani. “Ioni e consapevolezza” Whole Self, Primavera 1991
Cause della carenza di ioni negativi La ricerca ha dimostrato che le aree inquinate sia al chiuso che all’aria aperta hanno dei livelli molto bassi di ioni negativi, e livelli molto alti di ioni positivi. Sembrerebbe che tutti o quasi gli ioni negativi disponibili si fossero esauriti nella loro lotta con gli agenti contaminanti. Anche i venti caldi e secchi come il Santa Ana o i venti Witches (letteralmente “venti delle streghe” n.d.t.) privano l’aria degli ioni negativi.
Effetti dell’esposizione agli ioni negativi Degli studi hanno dimostrato che alcune persone diventano molto depresse quando il numero degli ioni negativi è molto basso (depressione stagionale). Un’alta esposizione agli ioni negativi sembrava associata al sentirsi meglio con se, meno sensibili e più ricettivi o tonici (energizzati). “Aviazione, spazio e medicina ambientale”, Agosto 1982.
I risultati indicavano che i soggetti avevano tempi di reazione più veloci ed avevano riferito di sentirsi significativamente più energici in condizioni di ioni atmosferici negativi rispetto a condizioni di aria normali. “L’influenza degli ioni atmosferici negativi sulla prestazione umana e sull’umore” L’introduzione di un generatore di ioni negativi ha aumentato i tassi soggettivi di vigilanza, la freschezza atmosferica e il calore ambientale e personale. Gli ioni hanno ridotto l’ansia, la tensione e li hanno aiutati a respirare più facilmente. “L’effetto ione”
Dr. Bob Arnot: “Se i burrascosi venti invernali che soffiano attraverso la nazione questa settimana ti stanno buttando giù, c’è una buona ragione. I ricercatori ora credono che i venti “cattivi” caccino via delle particelle subatomiche altamente cariche che si chiamano ioni negativi dall’aria intorno a noi, contribuendo ad una forma stagionale di depressione. Ecco perché. I livelli di una sostanza chimica cerebrale responsabile dell’umore che si chiama serotonina, sono spesso più bassi nei casi di depressione stagionale. I livelli di serotonina possono essere aumentati attraverso una maggiore esposizione alla luce o con antidepressivi come il Prozac. I ricercatori dicono anche che gli ioni negativi possono aumentare i livelli cerebrali di serotonina. Uno studio riportato nel numero corrente della “Rivista di medicina alternativa e complementare” ha concluso che il 58 percento dei pazienti trattati con ioni negativi ad alta densità hanno avuto un significativo sollievo nei loro sintomi, quasi identico al numero di miglioramenti riscontrati con i farmaci, ma senza gli effetti collaterali degli stessi. Trascrizione del notiziario della CBS del 14/2/95 6:30-7:00 PM, con Connie Chung.
L’introduzione di un generatore di ioni negativi ha aumentato il tasso soggettivo di vigilanza, la freschezza atmosferica ed il calore ambientale e personale. Gli ioni hanno ridotto il tasso di lamentele di mal di testa del 50% e ridotto significativamente il numero di disturbi di nausea e vertigini. L’influenza degli ioni atmosferici, della temperatura e dell’umidità sul benessere e sull’agio soggettivi.” Rivista di psicologia ambientale, Dicembre 1981.
Sono stati studiati gli effetti della ionizzazione positiva o negativa artificiale dell’aria sullo svolgimento di compiti psicomotori su 25 uomini in buona salute dai 18 ai 26 anni. Sono stati usati 3 ambienti di prova : naturale, con ionizzazione negativa e con ionizzazione positiva. Alla ionizzazione negativa si è associato un significativo incremento delle prestazioni rispetto ai controlli.” “Gli ioni atmosferici e la prestazione umana” Ergonomics, aprile 1978.

 

Offline Davide bRiOz

Se volete costruirvelo: http://www.pctuner.net/forum/progetti-elettronici/71054-generatori-di-ioni-negativi.html

Se volete misurare gli ioni negativi: http://spazioinwind.libero.it/elettroidee/cx.html
Penso che ne testerò uno a breve
Ne esistono anche USB 0_o !

Rispondi