Home » PNL » Submodalità ed Emozioni

Submodalità ed Emozioni

submodalità

Offline VertigoOne

Gli esercizi con le submodalità trovo siano molto potenti. Tuttavia mi è capitato di parlare con persone che hanno sempre identiche submodalità per ogni ricordo ed inoltre ripensare a quei ricordi non li emoziona più di tanto ne in negativo ne in positivo…

-Secondo voi il “volere” che queste cose funzionino può avere importanza?
-Come le credenze hanno effetto su queste cose?
-Possibile che la persona “media” non sappia utilizzare bene l’immaginazione?
-Possibile che molte delle persone che studiano queste cose siano degli ex introversi e quindi dotati spesso di ottima immaginazione (da background) e che quindi su di loro queste cose funzionino meglio?

 

Offline rotello

> Gli esercizi con le submodalità trovo siano molto potenti. Tuttavia mi è capitato di parlare con persone che > hanno sempre identiche submodalità per ogni ricordo ed inoltre ripensare a quei ricordi non li emoziona più di > tanto ne in negativo ne in positivo…

se hanno identiche submodalità, verosimilmente i ricordi avranno stessa intensità e valore.. non fa una grinza.. dubito però che se gli chiedi la loro miglior scopata e la volta che hanno fatto una figura di merda abbia le stesse sottomolità come gli fai le domande? la precisione è importante
> -Secondo voi il “volere” che queste cose funzionino può avere importanza? si. secondo me, ma non sono un esperto. se vuoi che funzioni automaticamente sei in uno stato amplificato..
> -Come le credenze hanno effetto su queste cose? credo che le credenze filtrino “tutto” anche questo. sta di fatto che le sottomodalità funzionano anche se uno non ci crede ( testato con due scettici)
> -Possibile che la persona “media” non sappia utilizzare bene l’immaginazione? persona media= persona poco allenata? non sappia=  non voglia ?
>-Possibile che molte delle persone che studiano queste cose siano degli ex introversi e quindi dotati spesso > di ottima immaginazione (da background) e che quindi su di loro queste cose funzionino meglio?
ma anche no. ma perche sti pippotti mentali?
rot

 

Offline Davide bRiOz

Quote from: maya.Veil on August 03, 2007, 09:36:02 PM

Gli esercizi con le submodalità trovo siano molto potenti. Tuttavia mi è capitato di parlare con persone che hanno sempre identiche submodalità per ogni ricordo ed inoltre ripensare a quei ricordi non li emoziona più di tanto ne in negativo ne in positivo…
-Secondo voi il “volere” che queste cose funzionino può avere importanza?
-Come le credenze hanno effetto su queste cose?
-Possibile che la persona “media” non sappia utilizzare bene l’immaginazione?
-Possibile che molte delle persone che studiano queste cose siano degli ex introversi e quindi dotati spesso di ottima immaginazione (da background) e che quindi su di loro queste cose funzionino meglio?

Mi sembra strano che abbiano “tutti” le stesse sub modalità— sei sicuro? Hai controllato tutti i canali VAK?
Non è che tu hai invece il metaprogramma: uguaglianza?  ;) Tutti visualizzano, ma alcuni non se ne rendono conto, altrimenti come facevi in bagno quando non avevi playboy sotto mano?  ;D


 

Offline VertigoOne

Rotello, forse ho quelle pippe mentali perchè sono circondato da persone scettiche e a volte cerco di dar loro qualche consiglio per loro non molto convenzionale (sono abituato a dare una mano se posso) che magari leggo su libri o liste che su di me ha funzionato per risolvere qualche problema. Ma la maggior parte (non tutti!!!) mi risponde “non funziona”… sono sincero, sembra quasi che qualcuno voglia dimostrare che “su di me non funzionerà” :) Così ti sorge il dubbio o di non aver capito nulla (però su di me funzionano bene) oppure che il fatto che loro siano così scettici blocca in qualche modo la procedura :) Ma probabilmente ci fosse Bandler funzionerebbero XD
Davide, proverò a stilare un elenco di tutte le submodalità e notare le differenze. Per ora posso dirti:
“Sono entrambe a colori con la stessa luminosità e contrasto, sono entrambe fotografie, alla stessa distanza e dimensioni, entrambe senza suoni, non provo nessuna sensazione tattile…”
Ps
Io avevo sempre playboy XD

 

Offline Davide bRiOz

Quote from: maya.Veil on August 04, 2007, 11:08:41 AM

“Sono entrambe a colori con la stessa luminosità e contrasto, sono entrambe fotografie, alla stessa distanza e dimensioni, entrambe senza suoni, non provo nessuna sensazione tattile…”

è in 3d? cè una cornice? ti vedi da dentro o da fuori? si dicono qualcosa? ecc…
Come dice Rotello ci vuole precisione, e soprattutto un obiettivo: a cosa serve estrarre le submodalità in questo caso specifico?


 

Offline rotello

Quote from: maya.Veil on August 04, 2007, 11:08:41 AM

Rotello, forse ho quelle pippe mentali perchè sono circondato da persone scettiche e a volte cerco di dar loro qualche consiglio per loro non molto convenzionale (sono abituato a dare una mano se posso) che magari leggo su libri o liste che su di me ha funzionato per risolvere qualche problema. Ma la maggior parte (non tutti!!!) mi risponde “non funziona”… sono sincero, sembra quasi che qualcuno voglia dimostrare che “su di me non funzionerà”

due consigli ( gia testati sulla mia pelle) lascia perdere gli scettici, tieniteli come amici finche vuoi ( tanto tra un po non gli sopporti piu :-).. ma lascia parlare i risultati… non devi convincerli di nulla. se vorranno cambiare ti chiederanno loro come, oppure cercheranno su internet come hai fatto te prima di loro. è un discorso un po da egoisti? forse.. ma perche caricarti dei loro limiti quando puoi essere libero? e se fai una bella immagine di te stesso nel futuro, grosso, lucente, pieno di energia e totalmente calmo.. e piu lo vedi li, in alto, davanti a te e piu sei attratto dal tuo Se-futuro.. e piu sei attratto piu vedi l influenza che positiva che ha intorno a se su tutti i suoi cari… e se ci SaltAssi dentro?adesso, guarda indietro ad adesso come al momento in cui hai deciso di prenderti cura di te stesso e basta, e guarda quante persone sono migliorate perchè hanno visto te come pietra di paragone e hanno agito per migliorare… credi che sia meglio prendere questa decisione subito oppure fare ancora delle prove con altri amici scettici??? *
altro consiglio: usa un po di cold reading sugli scettici: (estratto dal protocollo D.O.N.A.S.C.I.M.E.N.T.O.) digli per esempio: “Sei fiero di essere una che pensa con la propria testa e non accetti le opinioni degli altri senza una prova soddisfacente..
se fa cenno di SI   E la prova deve essere secondo i tuoi termini, non una semplice formula o ipotesi campata in aria. La compresione deve arrivare dall’interno. La parlantina veloce dei venditoi di fumo ti spegne.
se fa cenno di NO: Hai comunque provato di avere un’attitudine a tenere la mente aperta. Sei pronta ad ascoltare quello che dicono gli altri prima di prendere una decisione”
dopodiche diranno di si, conmferma che anche te sei cosi, entri nel loro mondo e poi cita qualche rivista scientifica che dice che le menti superiori (gli scettici sono tutti TROPPO intelligenti/scientifici vero??? ah!) hanno delle qualità di visualizzazione migliore ( e adesso cita wim wegner, einstein e l image streaming) e chiedigli di sottomodolidare :-) scommetto che adesso lo sanno fare.
rot
ps ovviamente quello detto piu sopra dal brioz ( cornice/ 3d /interno esterno) sono sottomodlita importanti – ricondatri che VAKOG – non è solo V :-)
PPS* soooooorrry (predico bene, razzolo male.. ma lo faccio per il tuo bene ahahha :-)


 

Offline VertigoOne

Grazie per il lungo post, senz’altro ascolterò il tuo consiglio. E’ già impegnativo per me migliorare me stesso, non credo di potermi occupare anche del miglioramento degli  altri, per ora :)

 

prospective

Caro Vertigo, puoi fare entrambi e mentre lavori su di te lavorare anche sugli altri. Se vuoi iniziare in maniera divertente inizia a fare terapia a qualche tua amica. Ti creerai in fretta anche una fama di “psicologo” che non guasta mai dal lato sedutttivo.

 

Offline Davide bRiOz

Caro Vertigo, puoi fare entrambi e mentre lavori su di te lavorare anche sugli altri. Se vuoi iniziare in maniera divertente inizia a fare terapia a qualche tua amica. Ti creerai in fretta anche una fama di “psicologo” che non guasta mai dal lato sedutttivo.

Meglio la fama di Rocco Siffredi però  ;)

Rispondi