11 Domande per Cambiare Vita: un 2012 favoloso

 

ADDIO 2011… BENVENUTO 2012! 😉

Un nuovo anno è partito e volevo condividere con te alcune domande potenzianti per far si che il 2012 sia l’anno in cui otterrai il tuo maggior successo.

Tony Robbins dice che “il successo lascia degli indizi” ma devi sapere come trovarli: questo è un modo.

Spesso siamo così impegnati su un lavoro da dimenticare di individuare gli indizi o un percorso migliore per riuscire a fare di più, oppure non ci riusciamo perchè abbiamo troppe idee vaghe e poco chiare per fare qualcos altro.

Le prossime domande sono focalizzate per ottenere un successo strepitoso e un grandioso 2012… non solo con le donne!

L’intero processo è basato su una delle cose che molte volte trascuriamo ma che è la chiave per ottenere tutto ciò che vogliamo: come riflettiamo su noi stessi continuamente. Quando usi un solido processo di ragionamento positivo su te stesso ogni giorno, equivale ad un input continuo che modifica i tuoi comportamenti e non puoi fare a meno di migliorare.

Ok, la prima domanda è

Cosa è andato molto bene nel 2011?

Qual’è stata l’esperienza più significante (professionalmente e personalmente) che hai realizzato o che hai compiuto?

Scrivi una lista, e mentre lo fai, rivivi quell’esperienza: riesci a vedere, sentire e provare le sensazioni di quando lo realizzavi adesso?

… e puoi lasciare che queste belle sensazioni che si diffondono dalla tua mente, testimoniano il fatto che hai raggiunto un risultato brillante, divertente e fantastico

Prendi un respiro, perchè questo risultato ottenuto è già impressionante. La prossima…

Che cosa non è andato bene nel 2011? Quali sono stati i tuoi più grandi insuccessi, delusioni o frustrazioni?

Fai una lista.

Considera che per quanto piccole o grandi che siano, tu sei ancora qui e anche se non hai ottenuto ciò che volevi, puoi comunque trarne un beneficio. Chiediti:

Cos’ho imparato da questa esperienza?

Anche passare attraverso il fallimento o un insuccesso percepito nel 2011 e scrivere quello che hai imparato da questo è per te un beneficio.

Ricordati che l’obiettivo qui è identificare una lezione da usare a tuo vantaggio per il 2012 e non usarla per stare male.

Un presupposto fondamentale è che le persone prendono la loro migliore decisione in base alla mappa/modello del mondo in loro possesso in quel momento. Questo significa che, anche se quella situazione o quel risultato faceva schifo e hai ottenuto una cosa completamente diversa che non volevi, pensando a quella situazione, sembrava essere la scelta migliore da fare in quel momento.

Quindi invece di rimanerci male, diventa curioso di sapere dove la tua mappa/modello del mondo non è aggiornata- Devi ri-sincrornizzarla!

Quando prendi l’abitudine di esternare il tuo processo di pensiero, identificherai molto rapidamente gli errori che possono essere evitati, o corretti in successo, in ogni area della tua vita.

Ok, hai le tue più grandi vittorie e le lezioni più grandi imparate nel 2011, ora chiediti:

Cosa devo fare di diverso, in ogni area della mia vita, per ottenere quello che voglio?

Siamo tutti creature guidate dalle abitudini. Tutti abbiamo delle aree in cui non vediamo alcune abitudini (belle e brutte) che però condizionano le nostre esperienze e risultati.

Quindi, prenditi un momento per pensare ad ogni area chiave della tua vita, un obiettivo realizzato importante nel 2011, rivedi le lezioni che hai imparato e rispondi:

Di cosa hai bisogno per ottenere di più?

Cosa hai bisogno di fare diversamente?

Cosa devi smettere di fare, invece?

Scrivi le risposte e prenditi il tempo necessario per rifletterci adeguatamente una per una. Queste saranno il tuo setup iniziale del 2012, mettendo in risalto i comportamenti desiderati, sarà una partenza strepitosa.

E se avevi una lista di obiettivi nel 2011 che non hai realizzato, decidi se è qualcosa che realmente vuoi o che magari erano solo vecchi pensieri che vuoi eliminare: non sei obbligato a perseguire tutti gli obiettivi che avevi in mente.

Utilizza questo tempo per scrivere tutte le cose che non vuoi fare nel 2012… pensala come una “stop list”, libererà un sacco di energia mentale e ti manterrà più focalizzato su quello che in realtà vuoi.

Infine, pensa ai 3 risultati maggiori che vuoi ottenere quest’anno, scrivili e chiediti:

Qual’è il più importante risultato che mi sono promesso di realizzare nel 2012?

Perchè?

Come la mia vita sarà migliore e differente una volta raggiunto l’obiettivo/risultato?

Il segreto qui è quello di innamorarsi del risultato finale e renderlo talmente eccitante ed interessante che ti senti costretto a prendere un’azione. Pensarci ti risveglia, desideri muoverti verso quello che vuoi prendendo una determinata azione.

Molte persone nello sviluppo personale dicono che basta riempirsi di grandiose immagini e riempirsi di adrenalina al fine di essere motivato ad agire, ma non è sempre così. Tu vuoi evocare uno stato in cui prendi un’appropriata azione, non forzare te stesso ad essere motivato, capisci?

Hai presente quando sei innamorato?

Potresti pensare al passato natale, c’era un regalo speciale che realmente volevi comprare, il migliore, quella cosa speciale che non vedevi l’ora di avere tra le tue mani e il solo pensarci accelera il tuo battito cardiaco, e non puoi fare a meno di pensare come sarebbe stato bello averlo e quante volte hai sognato ad occhi aperti tutti i modi in cui avrebbe beneficiato la tua vita e quanto sarebbe stato utile, o qualsiasi altra cosa avresti ottenuto avendo questa cosa speciale.

Ognuno di noi ha provato qualcosa di simile, per gli uomini potrebbe essere qualcosa di tecnologico. Qualsiasi cosa sia, il pensiero di averlo fa scattare una risposta che porta il tuo corpo-mente ad agire, una strategia efficace che hai già dentro di te che ti motiva a prendere una determinata azione… senza sforzo.

E’ questo quello che vuoi, ottenere il risultato/obiettivo numero 1 che ti sei impegnato di perseguire nel 2012, come un grandioso film che TI SPRONA a prendere un’azione e ti fa sentire bene e più azioni prendi più l’obiettivo si avvicina.

Se conosci la PNL, ti suggerisco di usare le sub-modalità e l’ancoraggio per identificare e tener conto degli indizi che rendono il tuo obiettivo così eccitante ed interessante per te, in modo da desiderarlo e di perseguirlo.

Ci sarebbe molto da dire su questo argomento, ma penso che queste idee siano sufficienti per ora. Perciò scrivi quello che ti impegni di ottenere nel 2012 seguendo il metodo sopra descritto.

infine:

Quali sono i limiti che percepisci e le storie che ti racconti per costringerti a rinunciare?

Raggiungere le cose che vogliamo spesso è più facile di quello che pensiamo ma le persone spesso rimangono intrappolate dentro la loro storia sul perchè non possono farlo o non hanno tutte le risorse necessarie. Qualche pessimo dialogo interiore salta fuori e invece di dire machecazzo, stai zitto, si ascolta come se fosse l’oracolo della verità che ha sempre ragione… quando NON HA RAGIONE.

Identifica i limiti e le storie che ti sei raccontato per non agire e abbandonali. Anche se è un reale e significativo ostacolo che devi superare, sposta il tuo pensiero al come superarlo in un altro modo piuttosto di investire più energia in quello che non vuoi.

Per chiudere…

I pensieri ricorrenti influenzano le tue azioni. Se sei pieno di pensieri limitanti (note come credenze limitanti), ti impegnerai meno ed otterrai meno di quello che vuoi, quindi, prenditi il tempo sufficiente per mettere nel cesso tutti questi pensieri e tira l’acqua.

Ci sono molti modi per farlo, ma uno dei modi migliori è sfidare l’affermazione negativa che proviene dal tuo dialogo interno. Diventa scettico, l’ultimo critico della giuria di te stesso in quelle aree in cui ti trattieni.

Alla fine, quando inizi questo approccio sui pensieri limitanti, metaforicamente, si romperanno e non saranno più vere. Il dubbio totale non le farà più sorgere. E mentre lo fai, comincerà a renderti conto che sei in grado e capace di ottenere quello che vuoi.

La scienza non può dimostrare se abbiamo o meno un potenziale illimitato, ma credo che tutti noi abbiamo sicuramente più potenziale di quello che abbiamo espresso fin’ora.

Ti auguro un grande 2012

Davide bRiOz

Ps.Godi nell’imparare la seduzione (usando anche la PNL su te stesso) per crearti la vita che desideri nel 2012

Oppure se vuoi approfondire i buoni propositi di inizio Anno, leggi la guida gratuita per mantenerli

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*